Little signs of Christmas

[per la versione in italiano vai giù]

As for the past years, we don’t have a Christmas tree. I’m not against them, I like them, I love fairy lights (well, I use them all year around); I also like ornaments. But I always find myself in a loop: I want a Christmas tree, I think about the choice I have: fake or real. I would love a real one, but they never last in my home or on my balcony. Then a fake one, but then I think about the materials the have been made of and in the end I don’t have a Christmas tree. But I like to put signs of this time of the year around the house. I like to make little garlands made of herbs; this year I used a branch from a plant that didn’t survive the year and I wrap around it a couple of ivy’s branches I found on the ground one day and, of course, I added some copper little lights.

I think that the only Christmas tree I would really love would be a wooden one, maybe made with driftwood pieces.

green christmas_03.JPG

Inspirations:

Pinterest: Christmas

Pinterest: Packaging

Pinterest: Winter

Pinterest: Nordic Christmas

green christmas_02.JPG

Come per gli anni scorsi non abiamo un albero di Natale in casa. Mi piacciono, adoro le lucine (infatti le uso tutto l’anno), gli ornamenti mi stanno simpatici e se ne trovno di bellissimi (ci sono anche un sacco di progetti d.i.y. stupendi, ma alla fine non ho un albero di Natale. ogni anno la stessa storia: ne vorrei uno, inizio a pensare se finto o vero; se lo prendo vero so che non resisterà molti mesi. In casa dopo un po’ doffre e sul mio balcone non sopravvive. Anche l’alternativa albero finto non mi convince mai, mi metto a pensare ai materiali con cui sono fatti e perdo interesse. Allora metto in giro per casa piccoli segni del periodo dell’anno in cui siamo: ghirlande fatte di erbe, lucine, candele, rametti decorati con foglie trovate in giro e così via.

Credo che l’unico albero di Natale che veramente apprezzerei sarebbe uno di legno, magari fatto con pezzi di recupero.

Giulia BertelliCommenta