Calmfluencer, a journal practice

One of the “habits” that always brings me calm is journaling. I try not to have fixed moments like writing every morning. I’m a person of habits, but I have many of them and I like to change them. So there are mornings when I wake up and I like to read a couple of pages, and there are mornings when I like to write on my journal.

Una delle “pratiche” che riescono a calmarmi è scrivere, ma nel senso inglese di journaling, che non voglio tradurre con “tenere un diario”, perchè il solo scriverlo fa mi fa venire i brividi ed il volta stomaco (chiedo scusa a chi ama certi termini della lingua italiana, ma non ce la posso fare. Sono nata anglofila).
Cerco di non avere pratiche fisse come scrivere ogni mattina. Sono una persona che ama le abitudini, ma ne ho tante e mi piace cambiarle. Per cui ci sono mattine in cui mi sveglio e voglio leggere un paio di pagine di un libro, ma ci sono altre mattine in cui mi alzo e ho bisogno di scrivere.

upload.jpg

I also have many journals, and every one of them has a purpose. I have one I use as a planner with a monthly and a weekly spread, with details about what I have to do in that week or day by day. I have a journal where I write whenever I feel I need to clear my mind, to talk about the day or to calm myself down (you have no idea how helpful it is writing down my thoughts, especially when they are taking me to my “special” place, where everything can make my anxiety grow). I have two different knitting journals: one is more of a knitting notebook, where I keep my notes and my work in progress, while the other one is more special, it’s the one where I write down the projects I like the most or the most important to me.

Ho molti journals e ognuno di loro ha uno scopo preciso. C’è quello che fa da agenda mensile e settimanale, dove scrivo la lista delle cose da fare nel dettaglio giorno per giorno. Ho un journal nel quale scrivo ogni volta che sento il bisogno di chiarirmi le idee, parlare della giornata appena passata o per calmarmi (non avete idea di quanto mi sia utile scrivere i miei pensieri, specialmente quando iniziano a portarmi in posti molto ansiosi). Ho due journals dedicati alla maglia: uno è più un quaderno dove segno appunti, schemi di passaggi e idee future, e un altro che è più un posto dove segnare i lavori a cui tengo di più o che voglio ricordare meglio.

upload.jpg

Lately I’ve also made a junk journal, if you want to give it a name. It’s a journal I’ve made myself with scraps of paper or old paper sheets I didn’t know how to use, so I stitched them together and used them to make collages, write down songs or quotes that inspire me, and it’s where I like to experiment more with ink and stamps.

Ultimamente ho fatto un junk journal, se volete dargli un nome. È un quaderno che ho fatto io con resti di carte, buste o fogli che non sapevo bene come usare. Li ho legati assieme e lo uso per collages, scrivere testi di canzoni o citazioni che mi colpiscono e dove mi piace sperimentare di più con inchiostri e timbri.

Reading Spread and Junk Journal.  Spread sulle letture del mese e junk journal.

Reading Spread and Junk Journal.

Spread sulle letture del mese e junk journal.

upload.jpg
Weekly Planner.  Agenda settimanale.

Weekly Planner.

Agenda settimanale.