Hitting a wall

I have to be honest: this past few days have been challenging.

I want to work on too many projects, I’m struggling to keep mind set on my priorities, and the social media side hasn’t been the greatest.

The first three months of 2019 have been full of news, things to do, projects to make, orders to fulfil.
I was tired, but very satisfied with all the things I’d accomplished.

In comparison the first part of this April has been challenging in other ways.

Fuori Salone_02.jpg

Devo essere onesta: questi giorni passati sono stati impegnativi. Voglio lavorare a troppi progetti contemporaneamente, faccio difficoltà a tenere a mente le priorità e il lato social media non è stato dei migliori.
I primi tre mesi del 2019 sono stati ricchi di novità, cose da fare, progetti da portare a termine, ordini a cui lavorare. Ero stanca, ma molto soddisfatta con tutte le cose che ero riuscita a portare a termine. Invece, le prime due settimane di Aprile sono state più stancanti di questi tre mesi messi assieme.

Fuori Salone_01.jpg

Maybe it’s because I haven’t had more than half a day off since the Christmas holidays.

In March I was so happy about my little rituals (I’ve talked to you about them quite often).
I was journaling, not every morning, but when I was feeling the need for it.
I was practising yoga again, adding some sit-ups.
I was drinking more water.

During march I read a lot, I was happy about my photography, and then April started and I got stuck. Maybe it’s because for certain things you can’t get distracted, you need to keep a regular eye on them.

Now I just have to find my focus again and get back to those little rituals.

Fuori Salone_05.jpg

Forse è perchè non ho avuto più di mezza giornata in cui non abbia lavorato o non sia stata presa da qualche cosa da portare a termine. A marzo ero felice dei miei piccoli rituali. Scrivevo non tutti i gironi, ma quando ne asentivo il bisogno; avevo ricominciato yoga a cui avevo aggiunto degli addominali e stavo anche di nuovo bevendo più acqua. Durante marzo ho letto un sacco ed ero felice della fotografia. Poi è iniziato aprile e sono andata contro un muro. Forse è perchè a certe cose non puoi mai smettere di prestare attenzione, forse è perchè certi stati mentali sono sempre pronti ad aspettare che tu sia più esposta.

Adesso devo solo ritrovare il mio centro e recuperare tutti quei piccoli rituali.